L’infermiere è responsabile degli OSS?

Con questo articolo vogliamo rispondere a una delle solite giustificazioni infondate degli infermieri nel volersi demansionare:

E in terapia intensiva con un paziente complesso? Mica lo può fare l’oss perché io sono responsabile di quello che fa” 🙄🙄🙄 . Assolutamente non è cosi, se sbaglia l’OSS paga l’OSS❕❕.

Premettiamo che non stiamo sminuendo la figura dell’OSS, anzi ne stiamo definendo le responsabilità legali per informare studenti e infermieri che NON sono responsabili di ciò che fanno gli OSS, che tra l’atro sono dipendenti assunti e stipendiati, non persone prese a caso dalla strada.

L’infermiere è responsabile di ciò che fanno gli OSS solo ed ESCLUSIVAMENTE quando gli ATTRIBUISCE (occhio alla differenza con la delega che può avvenire solo tra pari) attività infermieristiche ad alto indice di riproducibilità (es.: parametri vitali).

In questi casi di parla di colpa in eligendo, se l’infermiere non ha verificato la capacità di svolgere quel compito, e colpa in vigilando, se l’infermiere non ha poi verifica la corretta esecuzione del compito.

ATTENZIONE: non si sta parlando di supervisione, termine caro a molti ma che tra infermiere e OSS non ha nulla a che fare.

Dato che le mansioni igienico domestico alberghiere sono di competenza degli OSS (Conferenza Stato Regioni 2001) e che la legge 761/79 VIETA la promiscuità delle mansioni, NON le può fare l’infermiere ne nessun altro.

Riguardo la terapia intensiva, proprio perché il paziente è complesso e a rischio, gli OSS svolgono le mansioni igienico domestico alberghiere.

Gli infermieri controllano i vari presidi, tubi e fili vari collegati al paziente.

Questo è anche noto come RISK MANAGEMENT!! Se metti le mani dove regna lo sporco, NON DEVI metterle sui presidi del paziente neanche per spostarli!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *